Il d.lgs. 231 ed i suoi ambiti applicativi nel mondo dello sport

Di Marilisa De Nigris -
L’evoluzione della regolamentazione in ambito associativo-sportivo trova nel d.lgs 231/2001 uno dei maggiori interventi normativi idonei a regolare il fenomeno, ponendo nuove norme volte a disciplinarlo. L’art. 1, comma 2, del decreto 231/2001 circoscrive l’ambito di applicazione delle disposizioni rivolte a tutti gli enti forniti di personalità giuridica, alle società e alle associazioni anche prive di personalità giuridica. Dunque, sono soggetti, secondo la norma in commento, le persone giuridiche private, le società di persone, di capitali, cooperative, le associazioni non riconosciute, gli enti pubblici economici. Si assiste alla nascita, in capo alle società sportive, di una sorta di responsabilità penale-amministrativa. Evidente è il tentativo di prevenire l’illecita condotta degli enti sportivi. Dal d.lgs in esame emerge una forma di attenzione concreta verso i comportamenti illeciti dei dipendenti e delle società nel loro complesso. Il modello proposto sarebbe finalizzato a fornire un cambiamento ed un miglioramento delle società sportive. Ai fini dell’assoggettamento alla norma appare corretto che la discriminante non debba essere ricercata nella tipologia di soggetto, bensì nell’attività da esso in concreto svolta.
The associative-sports field finds in Legislative Decree 231/2001 one of the major regulatory interventions suitable for regulating the phenomenon, setting new rules to regulate it. Article 1, paragraph 2, of Decree 231/2001 limits the scope of application of the provisions to the global entities with legal personality, companies and associations, including those without legal personality. Therefore, according to the regulation in question, private legal persons, partnerships, corporations, cooperatives, non-recognised associations and public economic entities are subjects of this phenomenon. Sporting clubs are seeing as a sort of criminal-administrative responsibility in each case, so is important to prevent the illegal activities of sports organisations. The legislative decree shows concrete attentions to the illegal conduct of employees and companies. The proposed model would be aimed at providing a change and improvement of sports clubs. In order to be subject to the law, it seems correct that the discriminant must not be sought in the type of subject, but in the activity it actually carries out.